Areashiatsu

 


 

 

Decorso e funzione dei  meridiani principali

 

 

 

 

 

 
Home Page Contatti Link,Altri Link,Link Directory
 

Il Qi

La vita cos come viene concepita caratterizzata dal movimento tra lo scorrere perpetuo del tempo e il cambiamento ciclico degli eventi. La forza che sottost a questa frequenza vitale stata definita dalla cultura Cinese con il nome di Qi o "Ki dal giapponese". Il Qi non rappresenta qualcosa di astratto situato in qualche punto dell’universo. Il Qi la vita in tutte le sue manifestazioni. Possiamo dire che qualsiasi cosa nell’universo costituita da Qi; esso avvolge, permea, compone, assimila l’intero creato. Non esiste un solo punto nello spazio infinito che sia privo di questo magnetismo di base. E l’anello di congiunzione tra l’infinito e l’eterno, il perpetuo respiro dell’universo.

Proprio perch la vita caratterizzata dal movimento, l’arresto di questo movimento per un qualsiasi motivo genera disarmonia a tutti i livelli. Ed proprio il caso della malattia nell’essere umano. Il Qi cos come scorre nell’universo scorre anche nell’essere umano in determinati Meridiani di trasporto detti Canali Energetici. Quando a causa di vari fattori patogeni sia esterni che interni dal nostro volere il trasporto di questa energia subisce un rallentamento, un ristagno o addirittura un blocco ci ammaliamo.

Attraverso la stimolazione fisica dei canali energetici e di determinati punti situati lungo il decorso di queste vie di scorrimento, si va a ri-armonizzare il flusso naturale del Qi, riportando il fisico al benessere originario.


Origini del Qi
Tutto il Qi nel corpo viene indicato in generale come Qi normale o eretto (Zheng Qi) o come Vero qi (Zhen Qi). Il Qi normale il Qi prima della differenziazione in forme specifiche o della sua associazione in funzioni specifiche. I cinesi concepiscono tre fonti di Qi nel corpo umano. Il Qi originario (Yuan Qi), detto anche Qi prenatale, che viene trasmesso dai genitori ai figli nell’atto del concepimento. Questo Qi in parte responsabile della costituzione ereditaria dell’individuo. Ed immagazzinato nei reni.

La seconda fonte il Qi del grano cereale (Gu Qi), che deriva dalla digestione del cibo. La terza il Qi dell’aria naturale (Kong Qi), che i polmoni estraggono dall’aria che respiriamo. Queste tre forme di Qi si mescolano, producendo il Qi normale, che permea tutto il corpo.


Funzioni del Qi

Il QI normale una volta formato pu essere distinto in molti tipi di Qi con funzioni specifiche. Fondamentalmente le funzioni del Qi sono cinque: Muovere, proteggere, trasformare, scaldare, conservare.

MUOVERE: Il Qi la fonte di ogni movimento nel corpo e accompagna ogni movimento sia volontario: come, camminare, parlare, danzare, che involontario: come il battito cardiaco, respirare e tutte le funzioni metaboliche interne legate al corpo umano. Il Qi non la causa del movimento, esso totalmente inseparabile dal movimento. Per esempio il Qi la fonte della crescita del corpo, ma esso cresce anche con il corpo. Nel corpo il Qi costantemente in movimento e ha quattro direzioni principali: Ascendente, Discendente, Ingresso e Uscita.

PROTEGGERE:  Il Qi protegge il corpo dagli agenti patogeni ambientali. Se il Qi nostro organismo carente o subisce un rallentamento nel suo fluire ecco che  diventiamo facili prede di quelle che vengono definite malattie stagionali.

TRASFORMARE: Il Qi la fonte delle trasformazioni armoniose che avvengono nel corpo. Quando il cibo stato ingerito e trasformato in altre sostanze, come sangue, sudore, urina, queste trasformazioni dipendono dal Qi.

SCALDARE: Il mantenimento del calore corporeo in ogni sua parte dipende dal Qi.

CONSERVARE: Il Qi mantiene gli organi, il sangue e ogni sostanza dell'organismo al proprio posto. Senza che si verifichino prolassi di qualsiasi genere.

Marco Milione