Areashiatsu

 



 

 

 

Decorso e funzione dei  meridiani principali

 

 

 

 

 

 
Home Page Contatti Link,Altri Link,Link Directory

 

Il Sangue "Xue"

Il sangue trae la sua origine dall’elaborazione del cibo operato da stomaco e milza all’altezza del riscaldatore medio, grazie all’azione riscaldante del rene yang (Riscaldatore inferiore). Per completare la sua formazione all’altezza del riscaldatore superiore con l’apporto dell’energia prima del polmone, mescolata poi al qi nutritivo e fluidi e in ultimo inviato al cuore che lo trasformerà in sangue provvedendo a diffonderlo a tutto il corpo grazie al suo primo ministro. Già questo piccolo schema ci porta a capire come la sostanza sangue coinvolge tutti gli organi e funzioni corporee.

Cuore e polmoni fungono da trasformatori e invio del sangue a tutte le periferie dell’organismo. Milza e stomaco forniscono gli elementi nutritivi per questa trasformazione. Il fegato immagazzina e lascia andare il sangue a seconda dei bisogni fisici, e il rene fornisce l’energia e il riscaldamento per tutte le elaborazioni. Come per la fisiologia occidentale il sangue rappresenta la linfa vitale del corpo umano; la sua funzione è legata al nutrimento di organi, tendini, muscoli e pelle. Esegue un’azione riscaldante e umidificante per tutto l’organismo.

Il sangue trasporta il qi. Secondo la M.T.C. Sangue e qi sono 2 aspetti di un unico elemento indissolubilmente legati tra loro da una muta dipendenza. Perché se da una parte il sangue trasporta il qi, dall’altra è lo stesso qi che permette al sangue il suo movimento e la sua dinamicità. Pertanto il sangue non è altro che la concentrazione più materiale e densa dell’energia nel suo aspetto più yin. Conferendo alla persona una centratura consapevole nel qui e ora e un radicamento alla personalità individuale.

Oltre alla funzione di trasporto del qi, il sangue funge anche come veicolo di trasporto per i voleri dello shen. (Shen inteso come coscienza). Che emanerà così la sua volontà verso tutti gli organi. Per questo emorragie e carenze di sangue portano la persona ad avere problemi di radicamento o addirittura a perdere coscienza. Tale radicamento è facilmente riscontrabile durante la fase onirica della persona. In quel periodo la razionalità conscia cede il posto allo stato sub-cosciente e la consapevolezza individuale (lo shen) galleggia sospeso tra la materia e il mondo metafisico. Il sangue viene così raccolto dall’organo di fegato che provvederà a mantenere la coscienza individuale ancorata al corpo come un aquilone viene tenuto a terra legato da un filo. Per evitare che questo si smarrisca nell’etere perdendo il contatto con la persona e il mondo terreno e generando follia individuale irreversibile.